Fetonte e il carro solare - Metamorfosi di Ovidio


francesco zaffuto - acquarello, isatis, polvere di pino -2008 - cm. 21,5x29 

(Fetonte convince il padre Apollo di poter guidare il carro solare, il giovane non ascolta le raccomandazioni prudenti di Apollo per la guida, si lancia in una corsa che sta per provocare la fine della terra, Giove interviene)
…..
tuonò, e librato un fulmine alto sulla destra,
lo lanciò contro l'auriga, sbalzandolo dal cocchio
e dalla vita, e con la furia del fuoco il fuoco represse.
Atterriti s'impennano i cavalli e con un balzo sciolgono
il collo dal giogo, spezzano i finimenti e fuggono.
Qui cadono i morsi, più in là l'asse divelto del timone,
da questa parte i raggi delle ruote fracassate e ciò che resta
del cocchio in frantumi è disseminato in ogni luogo.
(libro secondo - Metamorfosi di Ovidio)

Per chi non ha sotto mano il testo di Ovidio ecco un link

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.